Pubblicato da: mida999 | novembre 9, 2009

ISS: la Stazione Spaziale Internazionale

issDopo aver pianificato negli anni 80 la realizzazione della Stazione Spaziale Fredoom in risposta alle analoghe sovietiche Salijut e Mir,la fine della Guerra Fredda proiettò il progetto nella decade successiva,il 1993 per la precisione, quando l’amministrazione statunitense,coinvolgendo l’agenzia europea(ESA),la russa(RKA) , la canadese(CSA)e la giapponese(JAXA) presentò il “prospect plan” per la realizzazione di una stazione orbitante chiamata Alpha che prendeva spunto dalla idea originaria della Freedom,dalla russa Mir-2 e dal modulo Columbus Laboratory dell’ESA.Dal primo modulo,Zarya posto in orbita da un razzo Proton nel novembre 1998 ed agganciato due settimane dopo allo statunitense Unity, al giapponese Kibo installato nel 2008 sono 7 le altre sezioni principali ovvero Zvezda,Destiny,Harmony,Tranquility, Columbus,il Multipurpose Laboratory Module e il Docking Cargo Module che compongono l’intera struttura.L’alimentazione  della stazione spaziale internazionale è fornita dal sole tramite pannelli solari che convertono la luce in corrente elettrica.Si trova in  orbita  ad un’altezza di circa 350 km, che viene normalmente definita LEO(low Earth orbit, orbita terrestre bassa).Per mantenere il controllo dell’assetto e dell’altitudine vengono utilizzati vari giroscopi per l’orientamento verso terra e piccoli propulsori a razzo per compensare la forza centripeta legata alla gravità del pianeta.Sono stati realizzati molteplici esperimenti nel corso degli anni quali quelli inerenti la biologia (biotecnologie),la fisica(meccanica dei fluidi e quantistica),la scienza dei materiali,la cosmologia e la metereologia.Ulteriori studi  sono  stati sviluppati sull’effetto a lungo termine della microgravità a carico degli esseri umani,in prospettiva di future missioni quali l’insediamento di una base operativa stabile sulla luna ed il volo previsto su marte entro il 2050.

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: