Pubblicato da: mida999 | febbraio 21, 2010

Prime immagini da Wise

Da quando il WISE (Wide-field Infrared Survey Explorer) ha iniziato la sua scansione nell’infrarosso dell’intera volta celeste  il 14 gennaio, il telescopio spaziale  ci ha regalato splendide “istantanee” del cosmo.Quattro nuove immagini selezionate illustrano gli obiettivi della missione appena intrapresa.La prima mostra la bellezza di una cometa chiamata Siding Spring.Quando questo corpo celeste si avvicina al sole produce gas e polvere che brilla di luce infrarossa visibile a WISE.La coda della cometa che si estende per circa 10 milioni di chilometri si presenta come una “striscia di vernice rossa”. WISE ci aiuterà tra l’altro a svelare i segreti delle comete in relazione al ruolo che hanno svolto nella formazione del nostro sistema solare. La seconda mostra  una regione chiamata NGC 3603, situata a 20.000 anni luce di distanza nel braccio di spirale Carina della nostra galassia, la Via Lattea in cui si stanno generando nuove stelle da elementi chimici(idrogeno in primis) presenti nella nebulosa, alcune delle quali sono di gran lunga più grandi e calde del sole. WISE in questo caso riuscirà appunto attraverso la visione su banda infrarossa ad osservare centinaia di stelle simili altrimenti occultate dalla nebulosa stessa  aiutando gli astronomi ad implementare la conoscenza a proposito della genesi degli astri.La terza immagine mostra la galassia a spirale di Andromeda. Andromeda è di dimensioni leggermente più grandi della nostra Via Lattea che dista a circa 2,5 milioni di anni luce di distanza.In un’altra immagine WISE in ampio campo ci svela un gruppo (cluster)di galassie denominato “Fornax“, a 60 milioni di anni luce dalla Terra.La scoperta ed il censimento di queste comunità galattiche dette altresì gruppi locali è un target importante che Wise ci potrà permettere di raggiungere.Tutte queste immagini ci raccontano situazioni che analogamente possono riguardare le nostre origini e il nostro destino futuro, ha detto Peter Eisenhardt, lo scienziato del progetto WISE della NASA’s Jet Propulsion Laboratory di Pasadena.Possiamo osservare migliaia di sistemi in formazione o morenti in tutta la nostra galassia. Altra affascinante prospettiva potrebbe rivelarsi la scoperta di “particolari” oggetti celesti chiamati nane brune. WISE, dopo aver scoperto il suo primo asteroide vicino alla Terra il 12 gennaio e la prima cometa il 22 gennaio di quest’anno ha davanti a sè un anno e mezzo di tempo per scansionare il cielo prima che il refrigerante utilizzato per raffreddare la sua strumentazione si esaurisca.Ci attendono nuove ed entusiasmanti immagini dell’universo che non finisce mai di stupirci ed emozionarci.

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: