Pubblicato da: mida999 | agosto 5, 2010

Il risveglio del sole

L’ 1 agosto i telescopi STEREO  COR1 e EUVI hanno rilevato un’imponente esplosione con susseguente espulsione di massa coronale (CME)dalla fotosfera solare.Il flare (brillamento) di classe C3 ha prodotto una protuberanza di ampie dimensioni unitamente ad un intenso vento solare.Le espulsioni di massa coronale (CME) osservate per la prima volta nel 1859 dall’astronomo britannico Richard Christopher Carrington emettono grandi nubi di particelle energetiche che vengono espulse  dalla fotosfera attraverso la cromosfera e la corona rilasciando fino a dieci miliardi di tonnellate  di plasma nel corso di diverse ore.Si espandono lontano dal Sole alla velocità approssimativa di 5.000.000  chilometri all’ora ovvero 1.389 km/s.Un CME può percorrere il viaggio di 150 milioni di km. verso la Terra nel corso di 3 o 4 giorni.Quando il vento solare raggiunge la Terra le particelle energetiche interagiscono con il campo magnetico (magnetosfera)  del nostro pianeta originando tempeste solari e spettacolari aurore polari a contatto con gli atomi di azoto ed ossigeno dell’atmosfera. Il Sole attraversa un ciclo regolare di attività di circa 11 anni. L’ultimo picco di attività solare si è verificato nel 2001 ed il suo recente minimo estremo è stato particolarmente debole e di lunga durata. Queste violente  eruzioni sono tra i primi indicatori che il Sole sta intensificando la sua attività in vista del prossimo massimo picco previsto nel 2013.

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: