Pubblicato da: mida999 | dicembre 17, 2010

Spitzer svela il pianeta WASP-12b

Gli astronomi hanno scoperto un pianeta gigante gassoso chiamato WASP-12b che può essere definito il primo mai osservato ricco di carbonio.La scoperta è stata fatta utilizzando il NASA Spitzer Space Telescope.’Questo pianeta ci rivela la sorprendente diversità dei mondi nell’universo’, ha detto Nikku Madhusudhan del Massachusetts Institute of Technology, Cambridge.E’ ipotizzabile che WASP-12b possa essere ricco al suo interno sotto gli strati gassosi di grafite, diamanti o di una forma più esotica di carbonio.Gli astronomi non possiedono attualmente la tecnologia per osservare i nuclei dei pianeti extrasolari o pianeti orbitanti attorno a stelle se si eccettua per il nostro sole ma le loro teorie prefigurano questa plausibile  possibilità.Esiste l’ipotesi che anche i pianeti rocciosi ricchi di carbonio molto meno massicci di WASP-12b potrebbero esistere attorno ad altre stelle. La nostra terra ha rocce come il quarzo e feldspato che sono composte di silicio ed ossigeno più altri elementi.Un pianeta roccioso ricco di carbonio potrebbe essere un luogo molto diverso rispetto al nostro pianeta.’Un mondo dominato dal carbonio terrestre potrebbe avere un grande quantitativo di rocce carbonio puro come il diamante o la grafite così come i composti dell’elemento chimico in questione’, ha detto Joseph Harrington, ricercatore di punta della University of Central Florida, a Orlando. Il carbonio è un componente comune dei sistemi planetari ed un ingrediente fondamentale della vita sulla Terra.Gli astronomi spesso misurano il rapporto carbonio-ossigeno per avere un’idea della composizione chimica di una stella.Il nostro Sole ha un rapporto tra carbonio-ossigeno di circa uno a due :ciò sta a significare che possiede circa la metà del carbonio rispetto all’ossigeno.Nessuno dei pianeti del nostro sistema solare è noto per avere più carbonio rispetto all’ossigeno tuttavia questo rapporto non è conosciuto per Giove, Saturno, Urano e Nettuno.A differenza di WASP-12b, questi pianeti infatti contengono acqua , il principale vettore di ossigeno, all’interno delle loro atmosfere, il che rende difficile la determinazione.WASP-12b è il primo pianeta con un rapporto tra carbonio ed ossigeno misurato a più di uno.Questo significa che il pianeta ha un contenuto di carbonio in eccesso di cui una parte sotto forma di metano atmosferico.Madhusudhan, Harrington ed altri colleghi hanno utilizzato Spitzer per osservare WASP-12b, nascosto dietro la sua stella in una tecnica conosciuta come eclisse secondaria.Questi dati sono stati combinati con le osservazioni precedentemente pubblicate, ottenute attraverso le osservazioni effettuate da terra con il telescopio Canada-France-Hawaii a Mauna Kea, nelle Hawaii.Madhusudhan ha usato i dati per effettuare un’analisi atmosferica dettagliata, rivelando sostanze chimiche come il metano ed il monossido di carbonio presenti nell’atmosfera del pianeta.WASP-12b deriva il suo nome dal consorzio Wide Angle che ha sviluppato la ricerca dei pianeti extrasolari.E’ di 1,4 volte la massa di Giove e si trova a circa 1.200 anni luce dalla Terra.Percorre l’orbita in poco più di un giorno con un lato sempre rivolto verso l’astro ed ad una distanza così ravvicinata che la gravità deforma il pianeta in una forma simile ad un uovo.La gravità della stella nana WASP-12 nella costellazione Auriga inoltre sottrae massa al pianeta formando un disco sottile che orbita intorno ad essa e condannandolo ad essere completamente “divorato” tra dieci milioni d’anni in una sorta di “cannibalismo cosmico”.I dati di Spitzer rivelano anche ulteriori informazioni sulla temperatura di WASP-12b.Il mondo era già noto per essere uno dei più caldi pianeti extrasolari finora scoperti e le nuove osservazioni indicano come il lato che fronteggia la stella è abbastanza caldo per fondere l’acciaio, a 4.200 gradi Fahrenheit.

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: