Pubblicato da: mida999 | agosto 2, 2011

Il Mars Rover Curiosity nel cratere Gale

Il Mars Science Laboratory denominato Curiosity che decollerà da Cape Canaveral entro la fine dell’anno atterrerà nel cratere Gale nell’agosto 2012.Il cratere che prende il nome dall’astronomo australiano Walter F. Gale ha un diametro di 154 km. ed al suo interno è situata una montagna probabilmente residuo superstite di una sequenza estesa di depositi.’Curiosity oltre a raccogliere una grande quantità di dati scientifici sarà di fatto precursore di una futura missione per l’esplorazione umana del pianeta rosso’ha affermato  l’amministratore della NASA Charles Bolden.Durante la missione della durata di un anno marziano (due anni terrestri) i ricercatori utilizzeranno gli strumenti del rover per studiare se l’area di atterraggio possiede condizioni ambientali favorevoli per sostenere la vita microbica e suffragare attraverso nuove prove la teoria inerente lo sviluppo di precedenti forme di vita sul pianeta.’Il cratere Gale offre grandi speranze per l’ottenimento di risultati scientifici significativi’ ha dichiarato Jim Green, direttore del Planetary Science Division della NASA a Washington.Nel 2006 uno staff di 100 scienziati ha cominciato a prendere in considerazione circa 30 potenziali siti di atterraggio durante svariate riunioni in tutto il mondo, selezionandone infine quattro nel 2008.L’abbondanza di immagini raccolte ha consentito un’analisi approfondita riguardante i problemi legati alla sicurezza e le potenzialità scientifiche di ciascun sito per giungere infine all’unanime decisione sul cratere Gale.Curiosity, alimentato da un generatore termoelettrico a radioisotopi, è circa due volte più lungo e cinque volte più pesante rispetto a qualsiasi precedente Mars Rover.E’dotato di 10 strumenti scientifici tra i quali due per l’acquisizione e l’analisi dei campioni di roccia in polvere che il braccio robotico del rover raccoglie.La zona del cratere dove Curiosity concentrerà le proprie ricerche presenta una conoide alluvionale probabilmente prodotta dalla sedimentazione del materiale in carico all’originario corso d’acqua.Gli strati alla base della montagna contengono argille e solfati che si caratterizzano entrambi per la loro formazione in acqua.’Il cratere Gale si trova in una posizione di elevazione molto bassa su Marte e questa sua peculiarità lo rende particolarmente interessante in quanto è noto come l’acqua scorra in discesa’ ha osservato John Grotzinger, scienziato del progetto presso il California Institute of Technology di Pasadena.In termini di profilo verticale e bassa elevazione Gale offre caratteristiche di conformazione geologica simili al più grande canyon del sistema solare, Valles Marineris.Curiosity è destinato comunque a modificare la strategia incentrata sull’esclusiva ricerca dell’acqua seguita durante le  recenti esplorazioni di Marte.Le strumentazioni scientifiche del rover sono in grado infatti di identificare gli altri ingredienti della vita come il carbonio, mattone di base dei composti organici.La conservazione a lungo termine dei composti organici richiede condizioni ambientali speciali.Curiosity potrebbe trovarle negli strati di argilla e solfato presenti sul fondo della montagna nel cratere Gale che, depositatisi sui composti organici, li avrebbero protetti dall’ossidazione.La ricerca di elementi organici ed inorganici consentirà inoltre di indagare indirettamente sui cambiamenti climatici avvenuti nel corso della storia evolutiva del pianeta rosso all’interno di un sistema solare in progressiva trasformazione.

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: