Pubblicato da: mida999 | aprile 8, 2012

Diavoli marziani

Un “diavolo di polvere” marziano alto circa 20 chilometri è stato osservato il 14 marzo lungo la regione Amazonis Planitia dalla fotocamera ad alta risoluzione della NASA Mars Reconnaissance Orbiter nell’ambito dell’esperimento HiRISE.Nonostante la sua altezza il pennacchio è largo poco più di 70 metri.I “diavoli di polvere” si formano anche sulla Terra e sono prodotti dal surriscaldamento della superficie di un suolo arido che a causa di una depressione del terreno genera un mulinello di aria che può crescere in dimensioni ed in potenza.L’aria calda meno densa tende a dirigersi verso l’alto facendo affluire nuova aria dall’ambiente circostante.Quando il vortice formatosi arriva su una superficie relativamente fredda non ha più l’energia ed il tempo per riscaldare la nuova aria e quindi l’equilibrio si rompe provocando il rapido collasso ed il fisiologico dissolvimento di questo fenomeno metereologico.L’immagine è stata scattata nella tarda primavera marziana, a due settimane del solstizio d’estate, un momento in cui il suolo in latitudini medie dell’area settentrionale del pianeta rosso è maggiormente riscaldato dal sole.La sonda Mars Reconnaissance Orbiter ha esaminato Marte dal 2006 attraverso la sua dotazione di sei strumenti scientifici ed ora, nel prolungamento della missione, continua a fornire informazioni sul pianeta ed indagare sui processi che modificano la superficie come il vento solare e gli impatti meteoritici.

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: